Sviluppo



Il CSI è capofila del progetto DCV. L’obiettivo del progetto “DCV” è quello di sviluppare un’interfaccia che consenta allestimenti rimovibili in retrofitting, per moto e veicoli che si renderanno multifunzionali nel cambiare la filosofia di movimentazione dei veicoli stessi. Il progetto è in uno stato molto avanzato in termini di progettualità tanto da essere entrato nella fase di prototipazione e pre industrializzazione di processo.

Coordinato da professionisti ed esperti settoriali, noi svolgiamo con la nostra dedizione il ruolo dell’utente finale, evidenziando i fabbisogni e le nuove opportunità di mercato, altri partner tecnici partecipano e parteciperanno alla verifica della fattibilità tecnica e produttiva, altri alla rispondenza alle normative nazionali ed internazionali per le necessarie omologazioni. Si sta lavorando molto anche intorno all’uso di nuovi materiali e nuove metodologie applicative.

Le applicazioni potranno essere molteplici e tali da soddisfare la quasi totalità dei campi di impiego: si va dal tradizionale utilizzo motociclistico in maggiore sicurezza e migliore confort, allo sviluppo di moto/autoveicoli ABI – Autoveicoli Bi ruote Bi posti, che rappresentano la soluzione ideale per una maggiore flessibilità del traffico urbano ed extraurbano con piccole dimensioni e bassi costi gestionali dei consumi con riduzioni oltre il 50% dell’inquinamento ambientale e degli ingombri stradali, dove attualmente, circa l’80% delle movimentazioni avvengono con uno o due utenti su veicoli molto più ingombranti, inquinanti e costosi.

Utilissimi per il trasporto di persone (una o due) e merci leggere, sopratutto per veicoli di lavoro, “delivery” (pony express, poste, trasporto medicinali, pronto pizza …), e così via. Inoltre il sistema semplifica enormemente la produzione intercambiabile dei cavalletti in after market, dei veicoli di base del parco circolante.